portale internet di informazione e promozione dei prodotti tipici italiani

 

La Campania e i suoi Prodotti tipici

RICERCA  NEL  PORTALE

Homepage
Indice Campania
I consorzi di tutela
I Prodotti di qualità
Bevande
Carni e Salumi
Condimenti
Oli Extravergini
panetteria pasticceria
prodotti ittici
gastronomia
Prodotti origine animale
Prodotti origine vegetale
Vini Liquori & distillati
Artigianato
News dalle aziende
Eventi e Manifestazioni
Comunicati
Sagre
Ricette Tipiche

POMODORO SAN MARZANO DELL’AGRO SARNESE - NOCERINO


IGP - REG. CE nr. 134 del 20/01/98

AREA DI PRODUZIONE
Parte del territorio delle province di Salerno e Napoli.

CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO
La pianta da cui deriva questo pomodoro deve avere fogliame ben ricoprente le bacche, maturazione scalare e bacche acerbe con “spalla verde”. La bacca del prodotto fresco idoneo alla pelatura deve essere prevalentemente biloba a forma allungata parallelepipeda tipica, con lunghezza di circa 60-80 cm., non deve presentare peduncolo, deve essere del colore rosso tipico della varietà, deve avere una ridotta presenza di vuoti placentari e deve avere un pH inferiore a 4.50. Il prodotto confezionato si presenta di colore rosso ragionevolmente uniforme, privo di odori e sapori esterni, privo altresì di larve di parassiti, di alterazioni di natura parassitaria e di marciume interno.

TECNICHE DI PRODUZIONE
Il Pomodoro San Marzano dell’Agro Sarnese-Nocerino viene prodotto esclusivamente da piante dell’ecotipo S. Marzano; possono, però, concorrere alla produzione linee ottenute a seguito di un miglioramento genetico dell’ecotipo S. Marzano stesso.

Il trapianto si esegue, di norma, nella 1ª quindicina di aprile; può, però protrarsi fino alla prima decade di maggio. La forma di allevamento esclusiva deve essere in verticale con tutori idonei e fili orizzontali. È vietata la coltivazione a piano od a terra nonché in ambiente protetto. La raccolta dei frutti deve essere eseguita esclusivamente a mano, in maniera scalare quando essi raggiungono la completa maturazione. Il numero delle raccolte varia da 2 a 4. I frutti raccolti e destinati alla trasformazione industriale (pelati) devono essere trasportati in contenitori di plastica della capienza di circa 25 Kg. Dopo la raccolta i pomodori vengono lavati e viene effettuata una prima cernita poi vengono pelati ed inscatolati con aggiunta di liquido di governo a pressione atmosferica o sottovuoto. È consentita, altresì, l’aggiunta di sale da cucina in misura non superiore al 3% del peso netto, di foglie di basilico e di succo di pomodoro S. Marzano crudo, semicotto e parzialmente concentrato. I contenitori devono essere di vetro oppure scatole di banda stagnata di scelta standard D.R.F. (doppia riduzione a freddo). Tali recipienti una volta sigillati vengono sterilizzati, fatti raffreddare e poi immagazzinati nel rispetto delle norme di produzione.
 

Le Aziende Produttici
 
 
 
 
 
 
 
 
 
   

contatti

 

Adesione al portale

 

aziende  affiliate


 
DORMIREINITALIA.COM - VINI-ITALIA.IT- ALBERGHI-ITALIA.IT ISAPORIDISICILIA.COM - VINI-SICILIA.IT - OLI-SICILIA.IT - ORODEGLIIBLEI.IT - E0LIE.IT - SICILIANELPIATTO.IT - SITOSICILIA.IT - GUIDASICILIA.NET DOLCIDISICILIA.IT - DORMIREINSICILIA.IT  - TIPICO-SICILIA.IT - ALBERGHI-SICILIA.IT - PRIMA DEL SI - ART1.IT SICILIA1 SICILY1 - AGRIGENTO1 - CALTANISSETTA1 - CATANIA1 - ENNA1 - MESSINA1 - PALERMO1 - RAGUSA1 - SIRACUSA1 -TRAPANI1 - PANTELLERIA1 - TAORMINA1  -   TIPICODITALIA.IT
 

partita iva 00732490891

© Art Advertising

NOTE LEGALI

 


Art Advertising  non è collegato alle aziende ed ai siti recensiti e non si assume responsabilità sulla veridicità dei dati inseriti