portale internet di informazione e promozione dei prodotti tipici italiani

 

La Lombardia e i suoi Prodotti tipici

RICERCA  NEL  PORTALE

Homepage
Indice Lombardia
I consorzi di tutela
I Prodotti di qualità
Bevande
Carni e Salumi
Condimenti
Oli Extravergini
panetteria pasticceria
prodotti ittici
gastronomia
Prodotti origine animale
Prodotti origine vegetale
Vini Liquori & distillati
Artigianato
News dalle aziende
Eventi e Manifestazioni
Comunicati
Sagre
Ricette Tipiche

FORMAI DE MUT DELL’ALTA VAL BREMBANA

disciplinare di produzione

aziende produttrici


DOC - DPR 10/09/95
DOP - REG. CEE nr. 1107 del 12/06/96

CENNI STORICI
La produzione di questo formaggio inizia probabilmente alcuni secoli fa ed ha subito un notevole incremento nel 1950, quando un gruppo di agricoltori dà vita ad una piccola latteria turnaria trasformata poi in Latteria Sociale Valtorta nel 1954, che lavorava il latte 5 mesi all'anno: da gennaio a maggio. Il nome di questo formaggio deriva dall'espressione dialettale “mut” che nel dialetto della Val Brembana indica la montagna e più precisamente l'alpeggio d’alta quota dove vengono portate le mandrie nei mesi estivi.

AREA DI PRODUZIONE
Parte del territorio della provincia di Bergamo.

CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO
Formaggio grasso a pasta semicotta prodotto esclusivamente con latte vaccino di una o due mungiture giornaliere a debole acidità naturale. La pasta è compatta, elastica con occhiatura diffusa, di colore avorio leggermente paglierino. La crosta esterna è, invece, sottile, compatta naturale di colore giallo paglierino tendente al grigio con la stagionatura. Le forme sono cilindriche a scalzo diritto o leggermente convesso con facce piane o semipiane. Il peso può variare dagli 8 ai 12 chili. Ha un sapore delicato, fragrante, poco salato, non piccante con aroma caratteristico.

TECNICHE DI PRODUZIONE
Il latte vaccino utilizzato deve provenire da animali alimentati da foraggi verdi o affienati prodotti nell'area di produzione stabilita dal disciplinare, eventualmente integrati con miscele di cereali e nel periodo invernale con insilati di mais o erba. La coagulazione del latte viene ottenuta ad una temperatura compresa tra i 35 e i 37°C, con aggiunta di caglio. Viene quindi effettuata la prima rottura della cagliata seguita dalla semi cottura della massa caseosa ad una temperatura di 45-47°C e dalla successiva agitazione fuori dal fuoco. Devono altresì essere effettuate adeguate pressature in idonee presse onde consentire lo spurgo del siero. Successivamente vengono utilizzati stampi idonei denominati “fassere”. Le salature possono essere effettuate a secco o in salamoia e l’operazione deve ripetersi a giorni alterni per 8-12 giorni. Il periodo di stagionatura ha una durata minima di 40 giorni.
 

 
Le Aziende Produttici
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
   

contatti

 

Adesione al portale

 

aziende  affiliate


 
DORMIREINITALIA.COM - VINI-ITALIA.IT- ALBERGHI-ITALIA.IT ISAPORIDISICILIA.COM - VINI-SICILIA.IT - OLI-SICILIA.IT - ORODEGLIIBLEI.IT - E0LIE.IT - SICILIANELPIATTO.IT - SITOSICILIA.IT - GUIDASICILIA.NET DOLCIDISICILIA.IT - DORMIREINSICILIA.IT  - TIPICO-SICILIA.IT - ALBERGHI-SICILIA.IT - PRIMA DEL SI - ART1.IT SICILIA1 SICILY1 - AGRIGENTO1 - CALTANISSETTA1 - CATANIA1 - ENNA1 - MESSINA1 - PALERMO1 - RAGUSA1 - SIRACUSA1 -TRAPANI1 - PANTELLERIA1 - TAORMINA1  -   TIPICODITALIA.IT
 

partita iva 00732490891

© Art Advertising

NOTE LEGALI

 


Art Advertising  non è collegato alle aziende ed ai siti recensiti e non si assume responsabilità sulla veridicità dei dati inseriti