portale internet di informazione e promozione dei prodotti tipici italiani

 

Le Marche e i suoi Prodotti tipici

RICERCA  NEL  PORTALE

Homepage
Indice Marche
I consorzi di tutela
I Prodotti di qualità
Bevande
Carni e Salumi
Condimenti
Oli Extravergini
panetteria pasticceria
prodotti ittici
gastronomia
Prodotti origine animale
Prodotti origine vegetale
Vini Liquori & distillati
Artigianato
News dalle aziende
Eventi e Manifestazioni
Comunicati
Sagre
Ricette Tipiche

PROSCIUTTO DI CARPEGNA

   

disciplinare di produzione


DOP - REG. CEE nr. 1263/96
della Commissione 01/07/96

CENNI STORICI
La zona del comune di Carpegna è sempre stata ricca di boschi di querce fornendo la base alimentare per l’allevamento dei suini. Le prime fonti storico-documentali sono rappresentate da un documento di vendita delle saline di Cervia (1463) tra Malatesta Novello, signore di Cesena, e la Serenissima Repubblica di Venezia, dove si lascia il diritto della Contea di Carpegna di continuare l’estrazione del sale, elemento essenziale per la stagionatura del prosciutto. L’importanza della produzione del prosciutto è testimoniata anche in una tela, raffigurante S.Antonio (databile al XVII-XVIII sec. e ubicata nella chiesa di San Leo in Carpegna) con un bel prosciutto, affinchè ne proteggesse i processi di produzione. Una tradizione che è continuata in maniera artigianale e che nei primi anni ’70 ha assunto caratteristiche industriali, nel rispetto delle tecniche tradizionali.

AREA DI PRODUZIONE
Il territorio di produzione corrisponde al comune di Carpegna, in provincia di Pesaro-Urbino.

TECNICHE DI PRODUZIONE
Si ottiene da cosce di suini del peso medio di 160-170 Kg.: subito dopo la macellazione le cosce isolate dalla carcassa sono sottoposte a refrigerazione per almeno 24 ore fino al raggiungimento di una temperatura interna fra 0 e 1°C, poi si procede alla rifilatura. Le cosce così preparate sono consegnate, entro 72 ore dalla macellazione, allo stabilimento di elaborazione. Entro le 24 ore vengono sottoposte ad apposito massaggio e ad un primo procedimento di salagione usando il cloruro di sodio marino macinato a secco. Dopo 7 giorni si toglie il sale in superficie e si procede ad un altro massaggio per arrivare alla seconda salagione che si protrae per 12-14 giorni. Si elimina il sale superfluo mediante battitura e spazzolatura per poi passare alla fase di maturazione per circa 2 mesi. Segue il prelavaggio, lavaggio ed asciugatura e pre-stagionatura tesa a favorire una lenta riduzione dell’umidità dalle cosce. Utilizzando metodi tradizionali e manuali, i prosciutti sono battuti, toelettati, stuccati e trasferiti in appositi ambienti di stagionatura con temperature tra i 15-20°C ed umidità del 65-80%. Il periodo di stagionatura, dalla salagione alla commercializzazione dura in media 14 mesi e mai meno di 12 mesi.

CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO
Al momento dell’immissione al consumo ha una forma tondeggiante, non globosa, tendente al piatto, normalmente di peso tra 8,5 e 10,5 Kg., il suo aspetto al taglio è di colore leggermente salmonato, con giusta quantità di grasso solido, di colore bianco rosato all’esterno. Il profumo risulta delicato e penetrante di carne stagionata ed il gusto è delicato e fragrante.

 

Le Aziende Produttici
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
   

contatti

 

Adesione al portale

 

aziende  affiliate


 
DORMIREINITALIA.COM - VINI-ITALIA.IT- ALBERGHI-ITALIA.IT ISAPORIDISICILIA.COM - VINI-SICILIA.IT - OLI-SICILIA.IT - ORODEGLIIBLEI.IT - E0LIE.IT - SICILIANELPIATTO.IT - SITOSICILIA.IT - GUIDASICILIA.NET DOLCIDISICILIA.IT - DORMIREINSICILIA.IT  - TIPICO-SICILIA.IT - ALBERGHI-SICILIA.IT - PRIMA DEL SI - ART1.IT SICILIA1 SICILY1 - AGRIGENTO1 - CALTANISSETTA1 - CATANIA1 - ENNA1 - MESSINA1 - PALERMO1 - RAGUSA1 - SIRACUSA1 -TRAPANI1 - PANTELLERIA1 - TAORMINA1  -   TIPICODITALIA.IT
 

partita iva 00732490891

© Art Advertising

NOTE LEGALI

 


Art Advertising  non è collegato alle aziende ed ai siti recensiti e non si assume responsabilità sulla veridicità dei dati inseriti