portale internet di informazione e promozione dei prodotti tipici italiani

 

 

Homepage
I consorzi di tutela
I Prodotti di qualità
Bevande
Carni e Salumi
Condimenti
Oli Extravergini
panetteria pasticceria
prodotti ittici
gastronomia
Prodotti origine animale
Prodotti origine vegetale
Vini Liquori & distillati
Artigianato
Tartufo di norciaLa Città del Tartufo chiede il riconoscimento dell’Unesco
Si cono conclusi a Norcia i festeggiamenti per il ventennale dell’associazione nazionale Città del Tartufo e si sono chiusi proprio nella città in cui venti anni fa nacque l’associazione. L’atmosfera era quella giusta: i festeggiamenti si sono svolti nell’ambito della 48° edizione di Nero Norcia, mostra mercato del tartufo nero pregiato di Norcia e dei prodotti tipici.

Un appuntamento speciale, dunque, che per l’Associazione – presieduta da Giancarlo Picchiarelli – è stata anche l’occasione per ribadire due obiettivi: avviare un percorso per il riconoscimento del tartufo come patrimonio culturale immateriale dell'umanità da parte dell'Unesco e organizzare una serie di iniziative per prepararsi all'appuntamento con l'Expo 2015, esposizione universale che si terrà a Milano e darà visibilità a tradizione, creatività e innovazione nel settore dell'alimentazione.

Insieme ai festeggiamenti per il ventennale, l'Anct ha anche svolto il direttivo annuale a cui hanno partecipato i vicepresidenti dell'associazione Giacomo Gozzini, assessore alla promozione del territorio del Comune di San Miniato e Francesco Del Basso, assessore all'agricoltura e all'agroindustria della Provincia di Isernia, rappresentanti delle città associate tra cui Antonio Degiacomi, assessore alla cultura del Comune di Alba e Gian Paolo Stefanelli, sindaco di Norcia, oltre a Fernanda Cecchini, assessore alle politiche agricole della Regione Umbria.
 “Lo scopo fondamentale della nostra associazione – ha spiegato Degiacomi – continua ad essere la promozione del tartufo, bianco e nero, alfieri della tavola e della cultura enogastronomica di molti territori italiani. La forza della nostra associazione è stata quella di capire che, al di là di differenze e specificità dei territori, fosse necessario creare una rete per la tutela e la promozione che oggi ci unisce da nord a sud con un unico obiettivo comune. Intorno al tartufo esiste un insieme di tradizioni legate al rapporto dell'uomo con i boschi e con il cane nell'antica e misteriosa pratica della cerca del tartufo.

Sono tutti aspetti immateriali legati al fungo che noi vogliamo conservare e preservare e da questo nasce la nostra proposta di riconoscimento da parte dell'Unesco attraverso una convenzione che lo tuteli come bene culturale immateriale. Proposta formulata per la prima volta a Milano in uno degli appuntamenti nazionali organizzati per il ventennale dell'associazione.

L'altra grande sfida che ci attende è quella di prepararci al meglio all'Expo 2015, vetrina importante per promuovere il made in Italy a livello internazionale, in cui il tartufo può trovare una collocazione strategica. Per questo stiamo pensando a una serie di appuntamenti convegnistici, di riflessione e di carattere pratico organizzativo che ci facciano arrivare preparati all'appuntamento milanese”.

“Questo appuntamento a Norcia – ha aggiunto Gozzini – è servito per chiudere i festeggiamenti che abbiamo aperto a Roma e che sono proseguiti ad Alba con un focus per indagare le specificità dei diversi territori in cui il tartufo si trova e, poi, a Milano durante il quale abbiamo avuto un importante incontro con la Regione Lombardia che ha permesso di portare all'attenzione di un pubblico importante le problematiche legate al tartufo”.

“Norcia - ha spiegato il sindaco Stefanelli – è stata tra i fondatori dell’Anct, ma poi non ha partecipato attivamente alla vita dell'associazione per anni e aver riallacciato i rapporti con questo circuito di promozione del tartufo è molto importante”.

“È importante stare vicino alle città e alle realtà che riescono a valorizzare i prodotti di eccellenza e i territori in cui sono presenti – ha concluso l'assessore Cecchini – ed è quello che come Regione stiamo cercando i fare, nonostante i tagli che ci impongono forti razionalizzazioni”.

Cristiana Pumpo
c.pumpo@oliovinopeperoncino.it

Fonte © Oliovinopeperoncino Per Gentile concessione

   

contatti

 

Adesione al portale

 

aziende  affiliate

   
Realizzazione Art Advertising

DORMIREINITALIA.COM - VINI-ITALIA.IT- ALBERGHI-ITALIA.IT ISAPORIDISICILIA.COM - VINI-SICILIA.IT - OLI-SICILIA.IT - ORODEGLIIBLEI.IT - E0LIE.IT - SICILIANELPIATTO.IT - SITOSICILIA.IT - GUIDASICILIA.NET DOLCIDISICILIA.IT - DORMIREINSICILIA.IT  - TIPICO-SICILIA.IT - ALBERGHI-SICILIA.IT - PRIMA DEL SI - ART1.IT SICILIA1 SICILY1 - AGRIGENTO1 - CALTANISSETTA1 - CATANIA1 - ENNA1 - MESSINA1 - PALERMO1 - RAGUSA1 - SIRACUSA1 -TRAPANI1 - PANTELLERIA1 - TAORMINA1  -   TIPICODITALIA.IT

partita iva 00732490891

© Art Advertising

NOTE LEGALI

 

Art Advertising non è collegato alle aziende ed ai siti recensiti e non si assume responsabilità sulla veridicità dei dati inseriti