portale internet di informazione e promozione dei prodotti tipici italiani

 

 

Homepage
I consorzi di tutela
I Prodotti di qualità
Bevande
Carni e Salumi
Condimenti
Oli Extravergini
panetteria pasticceria
prodotti ittici
gastronomia
Prodotti origine animale
Prodotti origine vegetale
Vini Liquori & distillati
Artigianato
Formaggio in villa, a Mogliano veneto scoppia la formaggio-mania
Tre giorni di golosi appuntamenti a Villa Braida con i più importanti caseifici italiani, per la manifestazione organizzata da Alberto Marcomini e dall'Associazione Guru del Gusto
 Gli appassionati e cultori del gusto non si sono fatti attendere all'appuntamento con la prima edizione di “Formaggio in Villa”, kermesse dedicata ai formaggi d'Italia ideata dal Maitre Fromager Alberto Marcomini, che si protrarrà fino a lunedì 21 aprile a Villa Braida di Mogliano Veneto.

L'inaugurazione ufficiale è avvenuta oggi 19 marzo alle ore 10 alla presenza dell'Assessore all'Agricoltura della Regione Veneto Franco Manzato, del sindaco di Mogliano Veneto Giovanni Azzolini, del Presidente della Provincia di Treviso Leonardo Muraro e dell'Assessore all'Agricoltura della Provincia di Treviso Marco Prosdocimo oltre che del patron dell'iniziativa, Alberto Marcomini e dello staff di “Carta da Formaggio”, free press edita da Guru del Gusto, dedicata al mondo caseario e ai suoi protagonisti di cui lo stesso Marcomini è direttore.
“Dopo anni di ricerca tra le malghe e piccoli produttori di formaggio – ha spiegato Alberto Marcomini – abbiamo deciso di proporre la prima manifestazione sul formaggio di qualità italiano chiamando a raccolta produttori artigianali di tutta la penisola. Il nostro primo obiettivo e' valorizzare il formaggio di qualità mettendo in mostra i piccoli produttori e facendoli conoscere al pubblico finale, ma anche invitare la ristorazione a prendere coscienza del patrimonio unico dell'Italia dei formaggi. Ritengo infatti – ha continuato Marcomini - che la ristorazione sia strategica per comunicare il formaggio al consumatore finale: la varietà e la qualità dei nostri formaggi non deve essere relegata alla fine del pranzo ma diventare protagonista. In Italia non c'è la cultura per servirlo nel modo giusto. Il senso di questa manifestazione – ha aggiunto - è di dare messaggi e spunti, portare in cattedra il formaggio con il suo ruolo preciso, abbattere i pregiudizi sul suo uso mangiandone magari meno ma di qualità”.

A latere degli assaggi liberi dalle 10 alle 19 presso i singoli desk dei produttori, una lunga serie di iniziative allieterà i tre giorni di kermesse: oltre alle presentazioni e alle proposte di abbinamento dei vari espositori, alle degustazioni di piatti con il formaggio - realizzati ogni giorno da uno chef emergente diverso - e alle conferenze su “Il Formaggio di malga“ - I formaggi d’alpeggio e il lavoro, spesso “eroico”, della caseificazione in montagna. Lavoro per una comunità. Veicolo per valorizzare un territorio. (sabato 19 marzo ore 17); “Il formaggio di qualità a tavola ” - Il futuro per il formaggio di qualità nella ristorazione e nelle tavole degli italiani. Come si acquista. Come si consuma. (domenica 20 marzo ore 11); “Il turismo del formaggio” - Il formaggio, come è avvenuto per il vino e l’olio, può diventare promotore di turismo? (lunedì 21 marzo ore 11), anche un momento dedicato ai 150 anni dell'Unità d'Italia festeggiata proprio in questi giorni. A promuoverlo alle 16.30 di domenica 20, la casa spumantistica di Conegliano Carpené Malvolti, che con una degustazione gratuita guidata da Marco Sabellico del Gambero Rosso, tributerà un omaggio ai Formaggi Storici d’Italia.
Ogni sera inoltre, una cena a tema: sabato 19 marzo tocca ai piatti a base di formaggi di malga preparati dallo chef Alessandro Dal Degan del Ristorante “La Tana” di Asiago (VI), mentre domenica 20 saranno protagonisti i piatti a base di formaggio da abbinare a varie tipologie di birra cucinati da Paolo Teverini dell'omonimo ristorante di Bagno di Romagna. Chiusura in grande stile lunedì sera 21 marzo con la cena di gala preparata da tre cuochi stellati: Giancarlo Perbellini del Ristorante Perbellini di Isola Rizza (VR), Salvatore Tassa del Ristorante Colline Ciociare di Acuto (FR) e Davide Filippetto, chef emergente del ristorante Storie d'Amore di Borgoricco (PD).

La manifestazione, organizzata da Alberto Marcomini in collaborazione con l'Associazione Guru del Gusto, verrà ripresa dalle telecamere del canale satellitare Gambero Rosso Channel.

Fonte © Oliovinopeperoncino Per Gentile concessione

   

contatti

 

Adesione al portale

 

aziende  affiliate

   
Realizzazione Art Advertising

DORMIREINITALIA.COM - VINI-ITALIA.IT- ALBERGHI-ITALIA.IT ISAPORIDISICILIA.COM - VINI-SICILIA.IT - OLI-SICILIA.IT - ORODEGLIIBLEI.IT - E0LIE.IT - SICILIANELPIATTO.IT - SITOSICILIA.IT - GUIDASICILIA.NET DOLCIDISICILIA.IT - DORMIREINSICILIA.IT  - TIPICO-SICILIA.IT - ALBERGHI-SICILIA.IT - PRIMA DEL SI - ART1.IT SICILIA1 SICILY1 - AGRIGENTO1 - CALTANISSETTA1 - CATANIA1 - ENNA1 - MESSINA1 - PALERMO1 - RAGUSA1 - SIRACUSA1 -TRAPANI1 - PANTELLERIA1 - TAORMINA1  -   TIPICODITALIA.IT

partita iva 00732490891

© Art Advertising

NOTE LEGALI

 

Art Advertising non è collegato alle aziende ed ai siti recensiti e non si assume responsabilità sulla veridicità dei dati inseriti