portale internet di informazione e promozione dei prodotti tipici italiani

 

La Sardegna e i suoi Prodotti tipici

RICERCA  NEL  PORTALE

Homepage
Indice Sardegna
I consorzi di tutela
I Prodotti di qualità
Bevande
Carni e Salumi
Condimenti
Oli Extravergini
panetteria pasticceria
prodotti ittici
gastronomia
Prodotti origine animale
Prodotti origine vegetale
Vini Liquori & distillati
Artigianato
News dalle aziende
Eventi e Manifestazioni
Comunicati
Sagre
Ricette Tipiche

PECORINO SARDO

disciplinare di produzione

scheda

aziende produttrici


DOC - DPCM 04/11/1991
DOP - REG. CEE nr. 1263 del 01/07/96

CENNI STORICI
La produzione di formaggio a base di latte ovino nell’isola è antica quanto lo è la pastorizia. Sotto il marchio di Pecorino Sardo è confluito quello che da sempre in Sardegna è conosciuto come Semicotto, un formaggio tipico dei pastori. Prodotto inizialmente solo per l’autoconsumo, verso la fine dell’Ottocento conosce una forte esportazione verso nuovi mercati, primi fra tutti gli Stati Uniti, richiesto da milioni di emigranti italiani.

AREA DI PRODUZIONE
Il Pecorino Sardo si può produrre sull’intero territorio della regione Sardegna.

CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO
Immesso sul mercato nelle due versioni Pecorino Sardo dolce da tavola e Pecorino Sardo stagionato, è un formaggio a pasta dura, semicotta, prodotto con latte ovino, di forma cilindrica a facce piane.

Il Pecorino Sardo Dolce si presenta con crosta liscia, sottile, di colore bianco o paglierino tenue, pasta bianca, morbida, compatta o con rada occhiatura, dal sapore dolce aromatico o leggermente acidulo.

Il Pecorino Sardo Maturo ha crosta più consistente, di colore paglierino tendente al bruno, pasta bianca o paglierina, compatta, tenera nelle forme più giovani e poi sempre più dura, a volte con qualche granulosità, dal sapore gradevole e piccante.

TECNICHE DI PRODUZIONE
Il latte di pecora intero, eventualmente inoculato con fermenti lattici naturali, viene addizionato con caglio di vitella; la rottura del coagulo si protrae fino a che i grumi hanno raggiunto la grandezza di una nocciola nel tipo Dolce e di un chicco di mais nel tipo Maturo.

Il procedimento di salatura (a secco o, più spesso, mediante salamoia per immersione in vasche contenenti una soluzione salina) è simile per entrambe le tipologie, mentre varia il periodo di maturazione, che passa dai 20-60 giorni del Pecorino Dolce ai diversi mesi (da 2 a 12) di quello stagionato, che può anche essere sottoposto ad affumicatura con procedimento naturale.
 

 
Le Aziende Produttici
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
   

contatti

 

Adesione al portale

 

aziende  affiliate


 
DORMIREINITALIA.COM - VINI-ITALIA.IT- ALBERGHI-ITALIA.IT ISAPORIDISICILIA.COM - VINI-SICILIA.IT - OLI-SICILIA.IT - ORODEGLIIBLEI.IT - E0LIE.IT - SICILIANELPIATTO.IT - SITOSICILIA.IT - GUIDASICILIA.NET DOLCIDISICILIA.IT - DORMIREINSICILIA.IT  - TIPICO-SICILIA.IT - ALBERGHI-SICILIA.IT - PRIMA DEL SI - ART1.IT SICILIA1 SICILY1 - AGRIGENTO1 - CALTANISSETTA1 - CATANIA1 - ENNA1 - MESSINA1 - PALERMO1 - RAGUSA1 - SIRACUSA1 -TRAPANI1 - PANTELLERIA1 - TAORMINA1  -   TIPICODITALIA.IT
 

partita iva 00732490891

© Art Advertising

NOTE LEGALI

 


Art Advertising  non è collegato alle aziende ed ai siti recensiti e non si assume responsabilità sulla veridicità dei dati inseriti